Cucine e Ultracorpi: IMETEC in mostra all' VIII edizione del Triennale Design Museum

Cucine e Ultracorpi: IMETEC in mostra all' VIII edizione del Triennale Design Museum

Con Expo 2015 Milano si anima di eventi. Arte, food e design si incontrano nell’ottava edizione del Triennale Design Museum con “Cucine & Ultracorpi”, curata da Germano Celant, sviluppata in stretta collaborazione con Silvana Annicchiarico e allestita da Italo Rota e Irma Boom.

 

Dal 9 aprile 2015 al 21 febbraio 2016, l’esposizione racconterà la progressiva e affascinante trasformazione degli utensili da cucina dalla prima industrializzazione alla diffusione di massa, dall’automazione all’innovazione digitale.

 

Un percorso che racconta una parte della storia italiana attraverso l’evoluzione degli elettrodomestici da cucina. Dal frigorifero al microonde, dalla caffettiera al tostapane, dal tritarifiuti alle cappe assorbenti, fino a bollitori, mixer, friggitrici e gelatiere: gli elettrodomestici cambiano col mondo che cambia.

 

In questa edizione del museo non poteva mancare Imetec, che da sempre propone soluzioni innovative nell’ambito domestico.  In mostra due prodotti della categoria piccoli elettrodomestici: lo sbattitore e il tritatutto della serie Professional. Oggetti da sempre presenti nelle nostre case che semplificano la vita di ogni giorno sostituendo molte operazioni manuali. Si tratta di due prodotti ideati dal designer Dario Tanfoglio, che nascono dall’idea di veicolare competenza e qualità con un design che rimanda agli “incastri” propri di una macchina.

 

Il titolo dell’edizione del museo si ispira al romanzo di fantascienza “L’invasione degli Ultracorpi”, scritto da Jack Finney nel 1955 e all’omonimo film di Don Siegel. Entrambi  narrano la storia di  alieni invasori che divengono “cospiratori” capaci di confondersi e insinuarsi tra gli abitanti della terra: entrano nel quotidiano degli esseri umani, attuando una rivoluzione interna e perciò endemica della società, invasa da forze aliene che si mescolano agli umani. Analogamente la diffusione di utensili ed elettrodomestici, dalla metà del XIX secolo con l’avvento dell’industrializzazione, è dilagata arrivando a sostituire molte pratiche umane del cucinare.

 

Il passaggio dalla manualità alla tecnologia è ripercorso attraverso gli strumenti e affiancato da spot, manuali, film, giochi e documentari.

 

Un universo magico e sorprendente messo in scena dallo Studio Italo Rota: tutto ciò che è utilitario ed ergonomico svelerà anche il suo lato “alieno” dando vita a un suggestivo immaginario di cucina fantascientifica.